Ripartiamo da noi stessi, dalla domanda più difficile ed ancestrale di tutte: chi siamo? Che cos’è l’uomo? Andiamo alla ricerca dell’archè, dell’essere, del primario, qui in questo momento, e di quanto questa realtà, seppur vissuta in maniera singolare, sia frutto di una continua connessione con il tutto. Noi siamo l’aria che respiriamo, l’acqua che beviamo, il cibo che ci nutre; siamo questa terra, come spugne del mare, questa terra siamo noi, immersi nell’avventura totale dell’essere al mondo. A questo non ci sono protezioni, non resistono maschere o convenzioni.

Seguiamo il nostro respiro, il pulsare della vita, quell’attimo fecondo quando il pensiero cessa di controllare e si apre all’azione. Non abbiamo scelto noi di desiderare, spingendo le nostre volontà verso continue sfide, non sono di certo decisioni prese in questa dimensione. Per quanto si possa dire con la consapevolezza umana noi siamo “gettati” all’interno di un mondo sensibile senza alcuna logica. É questo l’estremo destino dell’uomo, quello di non conoscere ne l’inizio ne la fine della storia, di un racconto che ci trasciniamo dietro come una zavorra verso un avvenire buio e tempestoso. La vita si presenta come un fluire, senza interrogarsi su cosa è giusto o sbagliato, tutto cambia e fa cambiare. La vita è arte come la spuma dell’onda marina o il canto degli uccelli del cielo, è sintonia, simbiosi, non è semplicemente vita e morte, presente o passato. La vita è essere in vita, un è che non si fa in tempo a pronunciarlo che già è stato.

CONDIVIDI
Prossimo articoloArte e Tecnologia
Stefano Puglisi
Docente universitario di Antropologia Culturale all'Accademia di Belle Arti Statale di Catania , filosofo e fondatore del movimento Il Terzo Millennio. Si è occupato in particolar modo dell'emergenze storico-artistiche del territorio dell'Italia meridionale e porta avanti una proficua attività per l'analisi dei modelli di vita elaborati dall'uomo nel corso dei secoli, dei sistemi culturali, sociali e religiosi creati per sviluppare una realtà sostenibile. Cultore di Storia Patria, è componente del comitato scientifico della rivista nazionale sui Beni Culturali "Quaderni del Mediterraneo".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here